Martedì, 25 Settembre 2018
PIANE CRATI

Stigmate e sangue
sul corpo di Mancuso

carmine mancuso, Calabria, Archivio

Alla Messa delle undici, domenica scorsa, nella chiesa di Santa Barbara di Piane Crati, non c’era. Carmine Mancuso, il veggente con tre stigmate a forma di croce sul petto che cade in trance ogniqualvolta assiste alla Consacrazione, è stato alla Messa delle diciotto del giorno prima nella stessa chiesa, avendo in programma di trascorrere il giorno festivo a casa di amici. Durante il mancamento, ha di nuovo trasudato sangue. Nel tardo pomeriggio di ieri, Carmine Mancuso ha recitato il Rosario con diverse famiglie che glielo avevano chiesto, ma l’appuntamento di preghiera, con la partecipazione spontanea di tanti credenti, è quotidiano. Mancuso non intende parlare della sua singolare vicenda, ma a chi gli chiede i motivi di questo suo impegno si sente rispondere che “le persone sono sempre più portate alla preghiera e questo è un fatto straordinario che va sostenuto e incoraggiato”. Da peccatore impenitente come appariva, Mancuso è diventato un mistico nel senso più puro del termine: una conversione impensabile fino a poco più di un anno e mezzo fa.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X