Giovedì, 20 Settembre 2018
TREBISACCE

«Ho ucciso mio
padre e poi l’ho
fatto a pezzi»

  «Sei stata tu?». «Sì, signor giudice. Ho ucciso mio padre e poi l’ho fatto a pezzi...». Stefania Chiurco ammette per la prima volta d’aver ucciso il padre. Schiacciata dal peso del rimorso ha chiesto di essere sentita dal pm Silvia Fonte Basso. E davanti al magistrato inquirente e ai suoi legali, gli avvocati Roberto Laghi e Alberto Carelli Basile, in una saletta riservata del carcere di Castrovillari, ha svelato l’incubo che la tormenta, ormai, da gennaio. Ha parlato mentre i suoi occhi sembravano allontanarsi, superare il muro col filo spinato e spingersi verso l’infinito. Ha parlato raccontando quello che le investigazioni scientifiche avevano già svelato da tempo. Stefania avrebbe ucciso suo padre, il professor Riccardo Chiurco e poi ne avrebbe ridotto il corpo in piccoli pezzi.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook