Sabato, 22 Settembre 2018
BELVEDERE (CS)

Omicidio Nocito,
D’Aprile sceglie
il silenzio

filippo d'aprile, iolanda nocito, Calabria, Archivio

Si è avvalso della facoltà di non rispondere Filippo D’Aprile, il gestore della stazione di servizio della marina di Belvedere arrestato con l’accusa di aver ucciso Iolanda Nocito, l’ottantenne seviziata e riempita di botte nella mattinata del 4 gennaio scorso. Per i magistrati è lui che ha malmenato l’anziana donna, madre del parroco della frazione Laise del capoluogo tirrenico, don Marcello Riente. Dinanzi al gip, Carmine De Rose e assistito dal suo legale Alessandro Gaeta, D’Aprile ha fatto scena muta in attesa di ulteriori sviluppi dell’iter giudiziario. Intanto il fermo è stato tramutato in arresto e l’uomo ha poi potuto incontrare il suo avvocato e scambiare qualche parola con lui. Una comunità che è rimasta scossa dall’evolversi degli eventi.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X