Sabato, 22 Settembre 2018
CETRARO

Il sacrifico di
Losardo non è
stato dimenticato

Il Premio “Losardo” si tiene ogni anno a Cetraro, città della provincia di Cosenza, in cui venne assassinato il 21 giugno del 1980, Giannino Losardo, consigliere comunale del Partito comunista e segretario della Procura di Paola. La vittima, in quegli anni lontani e difficili, si oppose con tutta la sua forza alla infiltrazione delle cosche della ‘ndrangheta nella vita politica ed economica del Paolano finendo uccisa. La morte di Losardo, al cui funerale intervenne il segretario nazionale del Pci, Enrico Berlinguer, è rimasta un crimine impunito. Dieci giorni dell’agguato teso a Losardo, fu ammazzato a Rosarno Giuseppe Valarioti, pure lui schierato sul fronte della lotta alla mafia. Anche quello di Valarioti è rimasto un delitto senza colpevoli. Il Premio intitolato a Losardo è un atto di testimonianza pubblica delle Istituzioni contro le cosche e un’occasione per ricordare gli uomini e le donne assassinati dalla criminalità organizzata calabrese per essersi opposti alle estorsioni, alle infiltrazioni nelle amministrazioni statali e nell’economia. Presidente della sezione internazionale del Premio è l’europarlamentare Pino Arlacchi, ex vicesegretario generale dell’Onu.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X