Sabato, 22 Settembre 2018
ARRESTO BOSS

Strangio i particolari
e la dedica

arresto strangio, Calabria, Archivio
sebastiano strangio

Era a Castelnuovo Scrivia da alcuni giorni, forse da una settimana, Sebastiano Strangio, il boss della 'ndrangheta arrestato oggi dopo 6 anni di latitanza. La polizia mantiene però il massimo riserbo sui particolari che hanno portato alla sua cattura. Le indagini, infatti, sono ancora in corso. In particolare, gli investigatori di Reggio Calabria e di Alessandria, coordinati dal Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato, vogliono far luce sulla rete di appoggi che ha permesso al latitante di nascondersi per tutti questi anni. Strangio, che aveva un obbligo di soggiorno ed era sorvegliato speciale, si era reso irreperibile subito dopo la cosiddetta strage di Natale, l'agguato di San Luca nel quale il 25 dicembre 2006 venne uccisa la sorella Maria e vennero feriti alcuni suoi parenti. Proprio la scomparsa di Maria, evento eccezionale in contesti di 'ndrangheta in cui le donne sono protette da un alone di sacralita', causò la reazione della cosca Nirta-Strangio, che culminò nella Strage di Duisburg del Ferragosto 2007. Per quest'ultimo episodio, però, Sebastiano Strangio venne assolto sia dall'accusa di omicidio che da quella di associazione mafiosa. Era infatti ricercato per una condanna di un anno per essersi sottratto agli obblighi della sorveglianza speciale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X