Martedì, 25 Settembre 2018
POLEMICHE

Caso MPS, Grilli
"I controlli erano
di Banca Italia"

mps grilli, Calabria, Archivio, Cronaca

E' iniziato pochi minuti fa il Consiglio di amministrazione di Banca Monte dei Paschi di Siena, presieduto da Alessandro Profumo e dall'a.d. Fabrizio Viola. Quasi certamente nella riunione odierna, alla vigilia dell'assemblea dei soci convocata per domani, si parlerà anche della tempesta scatenatasi sul Monte per la vicenda derivati. In piazza Salimbeni ci sono numerosi giornalisti, fotografi e cameraman.

 "La situazione di Mps non è una novità, non è un fulmine a ciel sereno. Conoscevamo le sue problematicità già da un anno. Non ho evidenza di problemi in altre banche. Sui controlli dico solo che sono di competenza di Banca d'Italia". Così il ministro dell'Economia, Vittorio Grilli.

Domani Beppe Grillo parteciperà all'Assemblea straordinaria degli azionisti del Monte dei Paschi di Siena. Lo conferma in una nota lo staff del leader del Movimento 5 Stelle che ricorda che l'assemblea si terrà a partire dalle 9.00 a Siena.

Amplia il calo Mps in Piazza Affari. Il titolo cede il 7,01% a 0,23 euro, con oltre 485 milioni di pezzi passati di mano, pari al 4,15% del capitale dell'istituto senese. Ieri era emerso che i vertici della banca avevano omesso alla Banca d'Italia i documenti dello scandalo. Al tempo stesso l'istituto aveva precisato, per la prima volta, che la richiesta dei 500 milioni di Monti bond in più (per un totale di 3,9 miliardi) effettuata a fine novembre è legata alle perdite addizionali sul portafoglio titoli (3,2 miliardi a fine settembre 2012). Secondo gli analisti di Equita sim, quindi, "il beneficio della riduzione degli spread a fine anno non sarà più di un miliardo ma solo di 500 milioni".

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X