Venerdì, 21 Settembre 2018
PROFEZIA MAYA

Il mondo c'è ancora!
Festa in Messico

Che sia la fine del mondo, l'inizio di una nuova era o semplicemente una scusa per organizzare una festa, il 21 dicembre e' cerchiato di rosso su milioni di calendari. Anche chi non crede alla profezia Maya si è lasciato contagiare dalle curiose notizie che rimbalzano da un continente all'altro. In Messico, dove i Maya avrebbero stabilito 5.125 anni fa la data del 21 dicembre 2012 come fine di un'era, migliaia di mistici, ma anche di turisti si sono radunati presso le antiche rovine tra il sud del Paese e il Guatemala. Il 46enne Michael DiMartino e' uno degli americani piu' attivi che ha organizzato un maxi-evento nel tempio di Chichen Itza, nella penisola dello Yucatan. DiMartino crede nella profezia e non si 'rassegna' alla mancata apocalisse: non e' la fine del mondo, ma "del modo in cui lo percepiamo" e ci sara' una "trasformazione positiva, un'evoluzione e la nascita di un nuovo modo di essere".

 

Dal Messico all'Australia, dal sud della Francia alla Russia, pero', milioni di persone si erano preparate al peggio. C'e' chi si e' scavato un rifugio e ha acquistato, a caro prezzo, kit di sopravvivenza e chi su Internet ha trovato localita' che secondo 'esperti' sarebbero immuni. Un esempio e' quello della cittadina di Bugarach, nel sudovest della Francia, 60 chilometri da Perpignan, che e' stata presa d'assalto: alberghi pieni, case affittate, strade piene. Ma da Bugarach assicurano che qualche coraggioso fatalista ha prenotato anche per Natale e Capodanno.

 

La domanda se l'erano gia' posta piu' di quindici anni fa prima i Rem, poi Ligabue: "a che ora e' la fine del mondo? "Oggi che scocca la data fatidica stabilita dal calendario Maya e che non e' piu' questione di giorni, ma di ore, l'interrogativo e' quanto mai attuale: quando esattamente il pianeta esalera' l'ultimo respiro?

 

A mezzanotte del 20 dicembre 2012, sul fuso orario del centro America, finisce il Lungo Computo del calendario Maya. Se dunque il conto alla rovescia dei Maya e' sincronizzato su quell'orario, si dovranno aspettare le 6 del mattino, ora italiana, per il grande botto. Il solstizio d'inverno dovrebbe avvenire invece alle ore 11,12 (11 ore, 11 minuti, 37 secondi per la precisione), che corrisponde alle ore 12,12 ora italiana. Una coincidenza particolarmente suggestiva, che pero' vale solo per noi. E per il resto del mondo?

 

Sara' un momento come gli altri. A Sydney (Australia) e' gia' il 21 dicembre e non sembra che sia successo ancora nulla Se il mondo superera' la notte, domani gli scettici della prima ora si scateneranno nella giornata mondiale contro le pseudoscienze. Intanto Google ha dedicato un doodle alla fine del calendario Maya, stavolta però senza niente di interattivo, con buona pace di chi già si stava aspettando una sorta di “bottone di Dio” per lanciare l’apocalisse almeno sulla landing page del motore di ricerca.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X