Domenica, 23 Settembre 2018
SALUTE

Il vino rosso fa bene
esperimento all'Unical

Dall’università della Calabria e dall’Iresmo, l’Istituto  Ricerche Europeo Scienze Molecolari) una conferma scientifica all’effetto benefico del vino rosso  sulla salute e in particolare sulla fluidità vascolare, quindi contro la formazione dei trombi, causa primaria di eventi patologici cerebro e cardio vascolari. Una ricerca coordinata dal prof. Nicola Uccella, ordinario di chimica all’Unical e presidente dell’Iresmo, con la collaborazione di esperti a livello mondiale ha consentito di scoprire le sostanze attive presenti nella buccia e nei semi dell’uva nera, flavonoidi glucosidi e procianidoici che sciolgono il sangue, sono vasodilatatori. Il tutto è arrivato dalla sperimentazione in laboratorio di colture cellulari per identificare l’ingrediente benefico del vino rosso. La ricerca è partita dalla precedente scoperta di due molecole, la quercetina e il resvetrarolo,  ma che da sole non erano sufficienti a spiegare il l’effetto sulla fluidità del sangue. Confermato scientificamente, dunque il detto popolare che “il vino rosso fa buon sangue”, ma ovviamente, va bevuto con moderazione e deve essere di qualità, raccomandano i ricercatori. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X